Città di Ebla

Città di Ebla è un collettivo artistico nato a Forlì nel 2004 impegnato nella produzione e promozione di teatro e arti performative contemporanee. Il linguaggio dei suoi spettacoli si spinge ai confini tra danza, arti performative e teatro visuale, lasciando alla parola solo il compito di evocare o scatenare la potenza racchiusa nel corpo e nelle immagini. Il collettivo vanta importanti collaborazioni con istituzioni come Fabbrica Europa, Fondazione Romaeuropa, Fondazione Pontedera Teatro, Sagra Musicale Malatestiana ed è stato ospitato nei principali festival e teatri dedicati alle nuove espressioni artistiche in Italia e all’estero (Londra, Berlino, Sofia, Tallin, Viljandi, Lisbona), spingendo la propria attività fino all’Iran nel 2015.

Il lavoro svolto da Città di Ebla in questi anni si è contraddistinto per l’impegno con il territorio che ha generato il consolidamento dei rapporti con le istituzioni locali. Si aggiungono le relazioni instaurate con importanti realtà artistiche della scena contemporanea sul piano nazionale e internazionale, enti privati, imprese e realtà locali. I progetti, volti alla promozione delle performing arts organizzati dal collettivo, vanno dalla direzione artistica e organizzativa di progetti su più giornate, fino ad attività rivolte agli Istituti Scolastici Superiori, alla curatela di rassegne e stagioni teatrali. Tra queste si evidenzia il coinvolgimento di Città di Ebla nella direzione artistica del Teatro Comunale Diego Fabbri di Forlì dalla Stagione 2012/13 per sei anni, prima che la gestione venisse esternalizzata.

Contatti

Sito web festival: www.ipercorpo.it

Ipercorpo – Festival Internazionale
delle Arti dal Vivo

25-27 settembre 2020 e 1-4 ottobre 2020
EXATR ed EX GIL – Forlì

Dal 2006 Città di Ebla dirige e organizza stabilmente l’evento Ipercorpo – Festival Internazionale delle Arti dal Vivo. Giunto alla sua quindicesima edizione forlivese, diciasettesima in Italia, Ipercorpo si è costruito negli anni un’identità precisa, divenendo uno degli appuntamenti più importanti per la ricognizione delle nuove realtà in Italia, con presenza costante di operatori da tutta Europa. Ipercorpo è sostenuto dal MIBACT – Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e dalla Regione Emilia-Romagna, in qualità di festival multidisciplinare, e dal Comune di Forlì.

Come accade nella scena teatrale, anche nella direzione di Ipercorpo le singole personalità che costituiscono Città di Ebla si uniscono in una comune sperimentazione artistico-progettuale, mantenendo una forte carica autorale. Questa attitudine ha reso possibile il progressivo ampliamento delle attività ai diversi linguaggi dell’arte contemporanea (teatro, danza, musica, arte, video, etc.) con una conseguente apertura ad ambiti non solo culturali ma anche politici, economici e sociali, tanto da dimostrare come l’arte possa oggi tracciare importanti strade e introdurre nuovi sguardi in risposta ai problemi della contemporaneità.

Nel 2011 Ipercorpo ha rialzato le serrande dell’ex autorimessa delle corriere S.I.T.A./ATR situata nel cuore di Forlì. Il grande edificio, di natura prettamente industriale, è inserito all’interno di un panorama di architetture razionaliste e fa parte della Rotta Culturale Europea ATRIUM-Architecture of Totalitarian Regimes in Europe’s Urban Memory. L’azione di Ipercorpo è stata fortemente propositiva e ha mostrato concretamente le grandi potenzialità di questo spazio, di oltre 6.000 mq tra spazio coperto e cortile esterno, quale luogo deputato alle arti performative con vocazione contemporanea, restituendo alla città un luogo dismesso da più di dieci anni. Da qui la nascita del progetto di rigenerazione urbana EXATR, cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna, per il quale Città di Ebla è in ATS con Spazi Indecisi, in qualità di cofinanziatori e cogestori dello spazio, e con il Comune di Forlì, in qualità di capofila. La ricerca costante di meccanismi di innovazione riguardanti i processi e le attività di Ipercorpo, portano a sperimentare forme di arte partecipativa strettamente connesse al contesto urbano in cui l’ex deposito è ubicato, alimentando un percorso di condivisione volto alla riappropriazione dei beni comuni della città.

Con il progetto Italian Performance Platform, dal 2013 Ipercorpo ospita annualmente a Forlì operatori internazionali di prestigiosi contesti di arti performative di molteplici Paesi (Corea, Egitto, Germania, Inghilterra, Ungheria, Belgio, Olanda, Spagna, Estonia, Polonia, Slovacchia, Danimarca, Francia, Albania), grazie ai quali ha dato vita dal 2017 alla Masterclass Internazionale Scena Europa.