Venerdì 16 ottobre
ore 21.00 KIVA

Sabato 17 ottobre 
ore 18 KIVA 
ore 19 dialogo con Lorenzo Bazzocchi e Raimondo Guarino

KIVA

con Eleonora Sedioli
tecnica Angelo Generali
costumi Mood Indigo_Bo
foto Cristian Filippelli
regia, ideazione, luci e macchine Lorenzo Bazzocchi
produzione Masque teatro con il contributo di Comune di Forlì, Regione
 Emilia-Romagna, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì

KIVA è una indagine sul movimento. L’azione viene scomposta nella somma di eventi singolari all’interno della medesima sequenza ritmica. 
La parcellizzazione dell’azione in cluster isolati permette, a chi osserva, di cogliere gli istanti iniziale e finale delle micro-azioni producendo una sorta di diffrazione dei corpuscoli di movimento elementari. Ciò rinnova, da step a step, la sensazione, in chi vede, di partenza e di arrivo, di slancio e di acquietamento, di nascita e morte. Il continuo rinnovarsi di aperture e chiusure secondo lo schema noto «inizio, svolgimento, fine» produce un accrescimento della sfera energetica che seppur inizialmente imposto alla figura diviene necessario alla stessa per poter sopravvivere allo spettro della ripetizione.
La suddivisione successiva in microazioni contribuisce inoltre alla presa di consapevolezza del performer che si traduce, in chi vede, in una sensazione di volontà di potenza e affermazione. 
A guidare la ritmica dell’azione nel suo complesso è il concetto freudiano di “rimozione” e “ritorno del rimosso” nell’accezione warburghiana di sopravvivenza. Il concetto diviene motore del fare performativo portando con sé, nel momento in cui si lascia il vuoto per abbracciare una nuova creazione, elementi consci ed inconsci, sopravvenienze e dimenticanze, certezze anticipate e abbandoni.

Info:
http://www.perifericofestival.it/
http://www.masque.it